Pacchetto mobilità: disponibile la seconda parte di chiarimenti da parte della commissione europea.

Ago 6, 2021

La Commissione europea ha pubblicato la seconda parte delle risposte ufficiali sull’interpretazione delle disposizioni del Pacchetto Mobilità.

La prima parte è stata resa disponibile sul sito ufficiale della Commissione europea in tutte le lingue ufficiali dell’UE nel febbraio di quest’anno.

I commenti riguardano principalmente le questioni relative alle norme in vigore dal 20 agosto 2020, in particolare per quanto riguarda i periodi di riposo settimanale. La Commissione Europea non ha però dissipato tutti i dubbi sull’interpretazione delle disposizioni.

Le risposte fornite dicono, tra l’altro, che:

– L’indennità per due periodi di riposo settimanale abbreviato consecutivi dovrebbe essere completamente completata prima della fine di sei periodi di 24 ore dalla fine dell’ultimo periodo di riposo settimanale ridotto,

– I periodi di riposo aggiuntivi superiori a 24 ore, pur avvalendosi della deroga relativa a due periodi di riposo settimanale ridotti consecutivi, non richiedono compensazione,

– Quando si guida in squadra, è possibile utilizzare la disponibilità come pausa durante la guida continua in due parti, cioè 15 + 30 minuti,

– Il divieto di effettuare un riposo settimanale regolare in cabina (oltre le 45 ore) si applica anche agli autotrasportatori autonomi.

 In totale, nella seconda parte del Q&A è stata data risposta a 16 domande. Al momento, le risposte sono disponibili in inglese, ma presto saranno tradotte in altre lingue. Per scaricare il PDF di domande e risposte clicca qui.

Va notato che la Commissione europea dichiara che questa serie di domande e risposte è stata preparata dai servizi della Commissione e non impegna la Commissione europea. Solo la Corte di giustizia dell’Unione europea è competente per interpretare autorevolmente il diritto dell’Unione. È stato inoltre annunciato che le spiegazioni sarebbero state estese per includere ulteriori esempi.

Ultimi articoli: